giovedì 16 gennaio 2014

recensione libro: "Il gioco di Ripper"



Ciao ragazze,
oggi voglio parlarvi di questo fantastico libro, che ho finito di leggere giusto giusto ieri sera..
Mi è stato regalato dalla mia dolce metà per Natale e non poteva farmi regalo più bello.. Non vi sto a ripetere che questa scrittrice è una delle mie preferite image

Passiamo alla trama:
Le donne della famiglia Jackson, Indiana e Amanda, madre e figlia, sono molto legate pur essendo diverse come il giorno e la notte. Indiana, guaritrice in una clinica olistica, è una donna libera e fiera della propria vita. Sposata e poi separatasi molto giovane dal padre di Amanda, è riluttante a lasciarsi coinvolgere sentimentalmente, che sia con Alan, ricco erede di una delle famiglie dell’alta borghesia di San Francisco, o con Ryan, enigmatico e affascinante ex navy seal, ferito durante la sua ultima missione. Mentre la madre vede soprattutto il lato buono delle persone, Amanda, come suo padre, ispettore capo della Sezione Omicidi della polizia di San Francisco, è affascinata dal lato oscuro della natura umana. Brillante e introversa, appassionata lettrice, dotata di un eccezionale talento per le indagini criminali, si diletta a giocare a Ripper, un gioco online ispirato a Jack lo Squartatore, in cui bisogna risolvere casi misteriosi.
Quando la città è scossa da una serie di omicidi, Amanda si butta a capofitto nelle indagini, scoprendo, prima della polizia, che i delitti potrebbero essere tutti collegati. 
Ma il caso diventa fin troppo personale quando sparisce Indiana. La scomparsa della madre potrebbe essere opera del serial killer?
Ora la giovane ragazza si ritrova ad affrontare il mistero più complesso che le sia mai capitato, e deve risolverlo prima che sia troppo tardi."


Detto questo vi dico le mie impressioni..
Io di solito non amo molto questo genere di libri, ma in questo caso ho fatto un'eccezione ed ho fatto bene..
è un libro molto ben strutturato, scorrevole che si legge con piacere.. Sono rimasta con il fiato sospeso dall'inizio alla fine, in particolare quando scompare la mamma di Amanda.. Da lì, allora ho cominciato a pensare seriamente chi poteva essere l'assassino seriale, sbagliando ovviamente!!
Come sempre, rimango male del finale perchè per me le storie dovrebbero avere tutte un lieto fine, ma questi sono dettagli!!image
Comunque sia, promuovo a pieni voti questo libro.. Qualcuno di voi l'ha già letto??
              
everyone needs these christmas lights on their blog

imageimage
Alla prossimaaaa

2 commenti:

  1. Non è neanche il mio genere, ma la Allende è una garanzia. Mi piacerebbe provare a leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero.. è proprio una garanzia e poi è bello quando gli scrittori si reinventano, provano altri generi..

      Elimina

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee