giovedì 11 settembre 2014

colpa delle stelle

salve ragazze,
ieri sera sono andata al cinema con una mia amica a vedere "colpa delle stelle".. Era da giugno che mi faceva la testa piena con questo film e visto che era il suo compleanno ne abbiamo approfittato..
Sinceramente pensavo fosse la solita storiella d'amore e invece mi sono ricreduta tantissimo..
Ma cominciamo con la trama del film:
La sedicenne Hazel Grace è costretta dai genitori a frequentare un gruppo di supporto per sopravvissuti al cancro. Tre anni prima le era stato infatti diagnosticato un cancro alla tiroide al quarto stadio, ma la ragazza è riuscita a sopravvivergli grazie all'assunzione di un farmaco sperimentale. Al gruppo di supporto incontra Augustus "Gus" Waters, un diciassettenne ex giocatore di basket a cui è stata amputata una gamba a causa di un osteosarcoma. Hazel convince Augustus a leggere "Un'imperiale afflizione", il suo libro preferito, e lui ne diventa ossessionato quasi quanto lei. Così, tra messaggi e telefonate, Hazel e Gus incominciano a passare sempre più tempo insieme.
La loro relazione diventa sempre più profonda ma Hazel si sente allontanata da Gus. Quest'ultimo ha salvato il suo desiderio de "I Geni" , e lo vuole utilizzare per volare fino ad Amsterdam dove con Hazel incontrerà Peter Van Houten, lo scrittore di "Un'imperiale afflizione". Anche se entusiasta dalla proposta, Hazel decide di non voler più continuare la sua relazione con Gus cosicché possa minimizzare il dolore che la sua eventuale morte potrebbe causare ad Augustus. Hazel si rende conto infatti di essere come una granata che presto, con la sua esplosione, ferirà gravemente tutti coloro che la amano e le stanno vicini, e rivela la sua paura ai genitori con un discorso straziante.
Hazel si sveglia in completa agonia e viene ricoverata in ospedale con una grave polmonite. Durante la settimana di convalescenza, Gus le fa visita svariate volte e la informa di tenere a lei più di quanto si possa preoccupare del dolore che lei potrebbe causargli. Dopo essere stata dimessa, Hazel capisce di essere innamorata di Gus e, dopo alcune consultazioni con i suoi dottori, le viene permesso di andare ad Amsterdam con sua madre e Gus per poter incontrare Van Houten.
La prima notte ad Amsterdam viene loro offerta un'ottima cena da Van Houten in persona. Purtroppo l'incontro con l'autore non va liscio come la cena del giorno prima: i ragazzi scoprono che Lidewij, l'assistente di Van Houten, ha organizzato tutto senza informare lo scrittore perché sperava che la visita di alcuni fan così appassionati potesse ispirarlo ad abbandonare l'alcol per rimettersi a scrivere. Van Houten si dimostra invece sprezzante e maleducato con i ragazzi e si rifiuta di rispondere alle loro domande. Sconvolti dall'incontro, Hazel e Augustus lasciano la casa e, accompagnati dall'assistente dell'autore, visitano la casa di Anna Frank, dove si scambiano il loro primo bacio tra gli applausi degli altri turisti.
Qualche tempo dopo, Augustus rivela ad Hazel che il suo cancro è tornato e questa volta ha creato metastasi in più parti del suo corpo. Nonostante, una volta a casa, Gus incominci un'aggressiva terapia, nessuno si aspetta che sopravviva a lungo. Poco prima di morire, Gus chiede ad Hazel e Isaac, il suo migliore amico, di organizzare un pre-funerale in sua presenza, cosicché possa sentire i loro memoriali in suo onore. Otto giorni dopo il pre-funerale, Augustus muore ed Hazel pronuncia un memoriale al funerale, ma non lo stesso che aveva letto ad Augustus. Hazel realizza infatti che i funerali sono per le persone vive, e ripete qualche luogo comune per rassicurare i genitori del ragazzo.
Dopo il funerale, Hazel incontra Van Houten, arrivato in America per il funerale, e le rivela che, svariati anni prima, aveva avuto una figlia morta poi di cancro. Dalla figlia l'autore si era poi ispirato per la protagonista del romanzo, Anna, e spiega che la sua scontrosità durante il primo incontro ad Amsterdam era stata dovuta in parte al fatto che Hazel assomigliasse ad Anna stessa (Hazel si era vestita uguale alla protagonista del libro). Hazel lo incoraggia a tornare sobrio e a scrivere un sequel di "Un'imperiale afflizione".
La ragazza scopre inoltre che Augustus aveva scritto qualcosa per lei, ma le pagine erano state strappate dal notebook. Riesce comunque a rintracciare le pagine e scopre che Gus le aveva inviate a Van Houten. Hazel contatta Lidewij e ottiene le pagine. Augustus aveva inviato le pagine a Van Houten in modo che lui le trasformasse in un elogio per Hazel; Van Houten decide di lasciare le pagine intoccate.
Il libro termina con Hazel che accetta l'elogio di Gus.
Considerazioni personali:
non ho voluto leggere il libro prima di vedere il film di proposito.. Ho notato che leggendo prima i libri, puntualmente rimango delusa dei film, invece facendo il contrario, spesso e volentieri, li apprezzo molto di più..
Non so a voi, ma a me fa quasi sempre questo effetto!!
Comunque, il film l'ho trovato stupendamente stupendo.. L'attrice è una delle mie preferite anche quando era poco conosciuta; ho imparato ad apprezzarla nel telefilm di "la vita segreta di una teenager americana" e da lì ho sempre sperato di rivederla in qualche altro telefilm..
Ho pianto, quasi, per tutta la durata del film (premetto che sono una frignona e piango anche per i cartoni della disney!) e quelle che erano accanto a noi non so se ridevano di me o di fatti loro; sta di fatto che quando siamo uscite dalla sala mi sono accorta che la maggior parte delle persone avevano gli occhi gonfi.. ahaha.. Mi sono sentita un pò più sollevata..
Se vi capita, andate a vederlo perchè secondo me merita tantissimo.. è drammatico, certo, e come già si intuisce dalla storia, non può che finire male, però merita e basta!!
Fatemi sapere cosa ne pensate se siete già andate a vederlo.. a prestoooooooooooo

1 commento:

  1. Conordo sull'ordine libro-film.
    Non so se leggere/vedere questo, ho paura sia seriamente troppo strappalacrime, almeno per il mio umore attuale.

    RispondiElimina

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee