sabato 23 maggio 2015

recensione libro: shift

bentornate ragazze,
stamani mattina mi sono svegliata proprio con la voglia di parlarvi di questo secondo capitolo della trilogia "wool" e così eccoci qua.
 

trama:
Prima di Wool. In un futuro a meno di cinquant'anni da noi, il mondo è ancora come lo conosciamo. Il tempo continua a scivolare tranquillo. Ma la verità è che sta scivolando via. In pochi sanno quello che ci aspetta. Sono uomini di potere e si stanno preparando in segreto per qualcosa di terribile. Ma anche se forse vogliono solo proteggerci, ci stanno mettendo su un cammino da cui non potremo mai più tornare indietro. Un percorso che condurrà alla distruzione, che ci porterà sotto terra. La storia del silo sta per essere scritta, il nostro futuro sta per iniziare.


ormai sapete che parto sempre col dirvi se mi è piaciuto o meno; in questo caso mi è strapiaciuto!!
mio fratello (da cui sono riuscita a prendere anche l'ultimo libro della trilogia.. yeah ٩꒰ ( ✪͈̀ ᗜ ✪͈́) ꒱۶ ) mi aveva messa un pò in guardia su questo capitolo perchè l'aveva trovato lento e noioso e quindi ci sono andata un pò con i piedi di piombo sulla lettura e me la sono presa con calma.
ho la convinzione che spesso i libri di  mezzo delle trilogie siano quelli più noiosi ma che se non li leggi non puoi capire determinati dettagli dell'ultimo capitolo.
comunque sia, all'inizio, in effetti,ho fatto fatica a capire la storia perchè più o meno ogni dieci pagine cambiavano il tempo e i personaggi ovvero.. in questo capitolo siamo catapultati alle origini del progetto dei silos e alle decisioni prese per il cambiamento di vita così drastico per la popolazione del pianeta; in contemporanea viene raccontata la storia di un silo (il numero 17 per la precisione) dove gli uomini, a causa di una rivoluzione interna, si uccidono tra di loro e alcuni tentano di scappare direttamente fuori dalla struttura rimanendo così a loro volta senza vita. In questa rivoluzione però un ragazzino sopravvive e per tanti anni rimane da solo.
essendo la storia ricca di personaggi, anche secondari o semplicemente comparse, è stato difficile ricordarli tutti.. ogni tanto dovevo rileggere un capitolo indietro perchè non mi ricordavo chi era e cosa avevo fatto quel personaggio.. a parte questo la storia è articolata molto bene, dettagliata e priva di imprecisioni.
diciamo che arrivati a metà del libro tutto scorre più facilmente e si riesce a capire il collegamento con il primo volume  fino a che arrivati in fondo si ricollega proprio a dove avevamo lasciato la storia.
come vi dicevo a me la storia intriga parecchio e non vedo l'ora di finire di leggere l'ultimo numero per capire quale decisioni prenderanno ora che tutti sanno la verità dei silos.




1 commento:

  1. Uhm... per decidere se leggere questa serie aspetterò la recensione del terzo.

    RispondiElimina

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee