mercoledì 20 aprile 2016

recensioni varie

Buonsalve,
anche per questo mercoledì dovrò saltare l'appuntamento www.wednesday perchè mi sono fossilizzata su il canto del sangue.
Il fato vuole che siano state anche due settimane pesantissime a lavoro e che con questo cambio di stagione mi sento veramente fiacca.
Non so voi, ma non riesco a riprendermi. Non ho voglia di fare nulla, nemmeno di leggere.
Comunque, per farla breve, ho deciso di fare 3 minirecensioni sugli ultimi libri letti, senza scendere troppo nel dettaglio.
Quindi cominciamo.
Le vergini suicide

                    

trama:
Un narratore "collettivo", voce di un gruppo di coetanei maschi, rievoca a vent'anni di distanza la vicenda delle cinque sorelle Lisbon, oggetto proibito della loro adolescenza, avvolte in un'aura di mistero che la tragica fine comune - si sono tutte tolte la vita nel breve spazio di un anno - ha fissato per sempre. Nella memoria di questi antichi, tenacissimi spasimanti, esse divengono il simbolo di una possibilità remota e perduta: l'irruzione di un fremito ignoto nel mondo tranquillo, ordinario, opprimente dell'America suburbana degli anni Settanta.

Non so se qualcuno di voi l'ha letto, ma io l'ho trovato molto deprimente. Nel senso che è una storia bellissima che affronta  però un tema molto delicato: il suicidio.
L'unica cosa che mi ha lasciata perplessa è il fatto di non sapere a come si è arrivati a quella fine.
Forse è proprio questo che cerca di trasmettere l'autore , il fatto di non poter dare un senso a un atto così brutto.
Non so, mi sfugge il senso di tutta questa storia quindi se voi avete colto qualcosa di più fatemi sapere.
L'acustica perfetta
 

trama:
Arno e Sara si incontrano da ragazzini e istintivamente si amano. Un pomeriggio d'estate lei lo lascia, dicendogli che "le piacciono gli amori infelici". Si ritrovano molti anni dopo, decidono di sposarsi: sono allegri, innamorati, sembrano felici. Arno è convinto di darle tutto se stesso e non si spiega le malinconie e le bugie che affiorano poco a poco. In fondo, la sua vita gli piace così com'è: suona il violoncello alla Scala, ha avuto tre figli dalla donna della sua vita, non si fa domande. Ma il disagio di Sara col tempo aumenta, finché una mattina Arno non sarà costretto da un evento inconcepibile a chiedersi chi è davvero la persona con cui ha vissuto tredici anni, la donna che ama da sempre. Con titubanza, inizia a seguire una pista di ferite giovanili e passioni soffocate e, con crescente sgomento, ritrova il bandolo di storie insospettabili. Può una donna restare con un uomo che pensa di amarla ma non ha mai voluto conoscerla davvero? Può un uomo accettare che sua moglie non si fidi di lui? Si può vivere senza esprimere se stessi? E come incide il dolore nelle nostre vite? Abbiamo tutti le stesse carte in mano?

No no no.. non ci siamo.. 
Ho finito di leggere questo libro per compassione e proprio perchè mi è stato regalatoperchè altrimenti lo avrei volato fuori dalla finestra.
Avrei preso Arno e lo avrei schiaffeggiato dall'inizio alla fine.. Ma come si fa ad essere tanto ciechi?
Dopo tutto quello che ti ha fatto la moglie la stai ancora a cercare? Mah..  a me sembra una storia che non sta nè in cielo nè in terra. E per di più l'ho trovata estremamente noiosa e priva di consistenza, per non dire soporifera!!
Regina rossa
 

trama:
Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso... Mare rappresenta un'eccezione destinata a mettere in discussione l'intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l'altro e Mare contro il suo cuore. "Regina Rossa" apre una nuova serie fantasy dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l'unica mossa certa è il tradimento. 

Avrei voluto fare un post a parte per questo libro perchè è indubbiamente il mio secondo libro preferito (in assoluto!!) per questo 2016.
Aspetto con ansia il seguito perchè sono troppo curiosa di sapere come andrà a finire.
La storia è geniale e i personaggi sono ben definiti. Ho adorato ogni singolo rigo e l'unico pensiero che avevo era quello di arrivare all'ultima pagina.
è una storia coinvolgente, anche se, in certi punti si capisce quale piega prenderà il racconto.
Si capisce no che mi è piaciuto il libro?! 


3 commenti:

  1. Mi ispira tantissimo "Regina rossa"!!!

    Secondo me "Le vergini suicide" è come "Lolita", ovvero un libro talmente bello che il tema pesante perde rilevanza. L'importante diventano la scrittura e l'atmosfera e mantenere il mistero sul suicidio (benché anch'io volessi scoprire di più e l'abbia riletto varie volte sperando di cogliere ulteriori particolari) aiuta a spostare l'attenzione su queste cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, però mi ha lasciato perplessa con un sacco di domande. Forse è proprio questo quello che voleva farci capire l'autore, ovvero che a volte il motivo di quel gesto muore direttamente con l'interessata lasciando tutti con mille domande.. bho forse l'ho inteso male io ed è per questo che lo rileggerò per cercare di capire per quanto possibile.

      Elimina
  2. Sono contenta che ti sia piaciuto Regina Rossa *A* l'ho adorato un sacco pure a me, è stato una delle migliori letture del 2015, affascinante, magico e soprattutto avvincente, già già! Non vedo l'ora di leggere Spada di Vetro che è appena uscito

    RispondiElimina

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee