lunedì 2 maggio 2016

a silent voice


titolo: a silent voice
Autore: Yoshitoki Ooima
volumi: 7


Trama:

La storia racconta dell'incontro tra due bambini: Shouya Ishida, un ragazzino molto vivace e Shouko Nishimiya, una bambina sorda. Inizialmente le cose tra i due non vanno bene poiché Shouya si diverte a prendere in giro Shouko e a maltrattarla per il suo handicap. Il loro rapporto però non è così semplice ed entrambi si ritroveranno, nel corso degli anni, ad attraversare parecchie difficoltà.

Opinioni personali:
ho adorato sin dal primo numero questo manga. L'ho inziato grazie ad una recensione che ho visto su youtube e visto che la trama mi incuriosiva parecchio sono andata in fumetteria e me lo sono fatto mettere da parte..
è una storia che inizia con Shouko, una bambina sorda, vittima di bullismo da parte dei suoi compagni di classe, in particolare, dal Ishida.
Al contrario di Shouko, Ishida è amato dai suoi compagni di classe e proprio per questo lo hanno sempre appoggiato nei suoi scherzi e hanno sempre provato piacere delle sue disgrazie.
Essendo sorda, la considerano un peso e di conseguenza la isolano.
Gli scherzi di Shouya, inialmente "innocui", cominciano però a diventare piuttosto pesanti, tanto che Ishida è costretta a trasferirsi.
Anche se lei se ne è andata però a scuola scattano delle indagini e Ishida viene additato come l'unico colpevole grazie a quelli che dicevano di essere suo amico.
La situazione si ribalta: ora è Ishida ad essere vittima di bullismo e ad essere isolato.
Grazie a tutto questo, decide di trovare Shouko e chiederle scusa.

Ho molto a cuore il tema del "bullismo", in quanto ci sono passata in prima persona e questo manga secondo me centra in pieno il punto principale. In quasi tutti i manga c'è sempre un personaggio che è vittima di scherzi, anche pesanti, a scuola che però viene descritto con molta superficialità o come qualcosa che sta in secondo piano. In questo caso invece, la storia si incentra tutta su questo tema.
Io mi sono emozionata dall'inizio alla fine. L'ho trovata una storia tenera dove entrambi i protagonisti hanno tanto da imparare l'uno dall'altro e tanto da migliorarsi.
Nonostante la sua condizione, Shouko, ha un carattere molto forte e non si fa scoraggiare nemmeno dagli scherzi più cattivi. Continuamente gli rompono l'apparecchio acustico e lei invece di arrabbiarsi chiede scusa.
è una lettura che porta a riflettere e che consiglio vivamente a tutti.

 
 

4 commenti:

  1. Concordo, in tanti manga è un tema che viene trattato superficialmente. Però il fatto che Shouko venga maltrattata e chieda anche scusa potrebbe rendermi il personaggio davvero antipatico... in pratica è il motivo numero uno per cui non ho ancora letto questo titolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti è un atteggiamento che anche a me da sui nervi, però nel complesso non è male come manga.

      Elimina
  2. L'ho letto e mi è piaciuto, devo ancora finire di recuperare tutti i volumi ma piano piano ce la farò. Per fortuna non ho mai subito atti di bullismo (esclusi due bambini scemi delle elementari, niente di traumatizzante), ne ho visti fare e mi sono sempre opposta, non sopporto proprio la prepotenza. Mi è difficile capire come la bambina riesca a crescere senza alcun sentimento di odio, però ho trovato interessante il processo di pentimento di Shoya, in alcuni punti ho provato una forte pena per lui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero.. l'idea che Shoya sia cambiato ,o quanto meno, provi a cambiare mi piace e al tempo stesso mi fa pena perchè nonostante tutto non riusciva a togliersi di dosso il rimorso di quello che le aveva fatto..

      Elimina

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee