martedì 27 settembre 2016

recensione: Aili: destini intrecciati



  
Titolo: Aili. destini intrecciati
Autrice: Ilaria Marsili
casa editrice: autoprodotto

Buongiorno a tutti carissimi lettori,
finalmente riesco a parlarvi di questo libro che avevo trovato gratis su amazon.. Si avete capito bene: avevo trovato gratis, perchè l'ho letto questa estate e se non ricordo male a luglio.
Era un periodo che avevo voglia di letture semplici e non troppo impegnative e questa è spuntata al momento giusto.
Cominciamo subito con la trama.

Trama:
Aili ha quasi diciassette anni, il principe del nord ventitré. I loro destini si sono incrociati alla nascita di lei, in una locanda sul confine dei loro due regni, dove le loro madri, regine di due reami rivali, si sono rifugiate per sfuggire alla guerra che vede impegnati i loro mariti sul campo di battaglia. Aili nasce priva di vita, ma il mago che tiene nelle sue mani la dinastia reale del settentrione, sfrutta questa occasione per tessere un filo della sua tela, rianimandola tramite una magia alla quale il giovane principe si presta volontariamente donandole metà del suo cuore. Il sortilegio avrà durata diciassette anni. Entro quel momento, la giovane deve riconsegnare ciò che le è stato dato, pena la morte del ragazzo al posto suo.

 Considerazioni personali:
non so voi ma a me questo genere di storie piace tantissimo. Storie di magia, bianca e nera, mi fanno sempre sognare, se poi ci aggiungiamo una storia d'amore, allora si che non resisto.
Non so, mi ricordano molto le fiabe dove il buono vince sempre e, come già sapete, adoro il lieto fine dove il "vissero insieme felici e contenti" regna sempre.
A parte questa piccola divagazione, ho davvero apprezzato questo libro. L'autrice ha un modo di scrivere molto semplice, ma che, almeno a me, mi ha fatto sognare e mi ha fatto rivivere ogni loro avventura.
Ovviamente, ci sono delle cose che non ho apprezzato molto, ma nel contesto non mi hanno disturbata granchè perchè avevo uno scopo ben preciso.
Due o tre volte sembra quasi che la storia sia conclusa, Aili e Deam,il principe, si ritrovano, sono felici, ma c'è sempre qualcosa che li ostacola e quindi riparte una nuova avventura.
Dopo la seconda volta, ero quasi tentata di chiudere il libro, ma poi vista la piega che prendeva il libro ho continuato e sono rimasta piacevolmente sorpresa dal finale.
Con tutta onestà, se il finale non fosse stato degno di nota, l'avrei bocciato a piè pari.
Mi è piaciuta tantissimo anche l'ambientazione, che credo sia nel Medioevo, dico credo perchè non è specificato, o almeno così mi è sembrato. Però i luoghi sono ben descritti e tutto rimanda a quell'epoca e per di più sono talmente ricchi di particolari che i boschi, i castelli sembra di averli davanti agli occhi.
è tutto circondato da un'aura magica e romantica e quando entra in gioco anche il destino tutto si fa ancora più carico di emozione.
Infine, voglio solo dire due parole per quanto riguarda i  personaggi.
Ho adorato Aili. Nonostante sia una principessa, l'ho trovata molto umile, dolce e perchè no, anche carina. Mi aspettavo in almeno uno dei due protagonisti il classico caratterino viziato e invece, sono entrambi troppo umili per essere veri.
Sono smielosi entrambi, ma senza esagerare o risultare troppo sdolcinati.
Il mio voto finale per questo libro è stato di 3 cuoricini e spero di avere il piacere di leggere qualche altro libro dell'autrice


2 commenti:

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee