lunedì 15 gennaio 2018

Mini recensione: 5 cm al secondo


Risultati immagini per 5 cm al secondo 













 Titolo: 5 cm al secondo
autore: Makoto Shinkai
genere: romanzo
casa editrice: j-pop


 Buongiorno a tutti e buon inizio settimana,
finalmente qui da noi è tornato un pò di sole perchè non se ne poteva più di pioggia e cielo nuvoloso.
Oggi voglio parlarvi molto brevemente di questo romanzo di Makoto Shinkai che mi ha tenuto compagnia la scorsa settimana.
Cominciamo quindi con la trama della storia.

Trama:
L'amore, a velocità terminale, è accolto e condiviso soltanto da chi non accetta possa rallentare e fermarsi. Akari insegnava cose a Takaki, e lui la faceva sentire protetta. I due si erano incontrati alle elementari, ma poi erano stati costretti a separarsi alle medie e, da quel momento, le loro anime erano rimaste senza una direzione da seguire... I loro sentimenti, impossibili da spiegare tutti nel celebrato film di animazione, vengono qui esplorati dall'autore e regista Makoto Shinkai, con il suo stile delicato e profondo, in questa trasposizione letteraria della storia. 

Considerazioni personali
Di questo autore avevo amato alla follia "your name" e avevo già visto il film  5 cm al secondo prima di leggerne il libro.
Quando l'ho visto non mi aveva convinta del tutto, ma leggendo il libro mi sono ricreduta tantissimo.
Come già accenna la trama è difficile spiegare l'amore tra Akari e Takaki perchè è molto delicato e profondo nonostante si parli di ragazzini delle medie.
Entrambi hanno lo stesso problema, ovvero che sono costretti continuamente a cambiare città a causa del lavoro dei rispettivi genitori e proprio per questo non lasciano molta confidenza con chi gli sta intorno. Il dover andar via ogni volta fa si che non si stringano molte amicizie con i compagni, ma quando entrambi si ritrovano nella stessa classe tutto cambia. Questo loro problema comune gli ha fatto capire di non essere soli e grazie a questo diventano amici e il loro legame diventa ogni giorno più forte.
Purtroppo però sono costretti a dividersi alle medie e prendono entrambi strade diverse e molto lontane.

"Nell'istante in cui le nostre labbra si sfiorarono, mi sembrò di capire dove si trovasse tutta quella roba chiamata eternità, cuore, anima. Mi parvedi essere riuscito a condividere con lei tutto ciò che avevo vissuto in 13 anni e poi, nell'istante successivo, fui colto da una tristezza insopportabile."

Cercano in tutti i modi di rimanere in contatto, ma la vita spesso e volentieri ci pone davanti degli ostacoli ed è proprio in queste occasioni che bisogna fare delle scelte drastiche.
Nonostante mi aspettassi un finale molto diverso, mi rendo conto che questo è quello che accade veramente nella realtà. Sapete che mi piacciono molto i racconti smielati, ma a volte sono troppo inverosimili.
In questo caso un finale così ci voleva proprio ed è grazie anche a questo che adoro i romanzi di Makoto Shinkai: sono belli ma anche molto realistici.




2 commenti:

  1. Ho visto e rivisto il film ma il romanzo non l'ho ancora preso. Prima o poi arriverà nella mia libreria!

    RispondiElimina
  2. Solo per la copertina ci farei un pensierino.. comunque ho apprezzato molto di più il libro e mi ha fatto capire tante cose anche se sia il film che il libro sono molto molto simili.

    RispondiElimina

lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.. grazieeeee